Le luminarie, l’albero e i regali sono gli ingredienti del Natale. Per questo il periodo natalizio è spesso considerato il più felice dell’anno. Esiste un effetto negativo dell’atmosfera del Natale sulle persone già fragili? Ci sono i rimedi per contrastarlo? Ne abbiamo parlato con il dott. Cesare Piccinini, psichiatra del nostro Poliambulatorio.

piccinini psichiatra
Dott. Piccinini

Al nostro Poliambulatorio, lei si occupa di psichiatria. Il clima di festa del Natale può essere critico per i pazienti psichiatrici?

Sicuramente va a peggiorare casi che già si trovano in situazioni fragili legate alla solitudine e all’umore. In alcuni periodi dell’anno, infatti, aumenta il cosiddetto disturbo affettivo stagionale che aggrava la salute psichica dei pazienti. A questo, si aggiunge l’atmosfera festosa che li circonda facendoli sentire quasi paradossalmente ancora più soli.

E per le famiglie che vivono situazioni di disagio?

L’atmosfera natalizia spesso va a idealizzare in modo esagerato il concetto di “famiglia”, portando le coppie, i genitori e i figli a sentirsi inadeguati.

Quali sono le azioni per contrastare l’effetto negativo del Natale?

Per i pazienti meno gravi, a livello personale, può essere utile la psicoterapia che instaura un contatto diretto e umano con la persona. Poi, un’altra importante funzione la svolgono gli incontri di gruppo: l’interazione e il confronto con altri che vivono lo stesso disagio aiuta a sentire meno la solitudine e il mutuo-aiuto diventa rassicurazione per i singoli. Per i casi più gravi importanti anche in questo periodo dell’anno sono le terapie farmacologiche.