Per questo Natale, abbiamo deciso di darvi qualche consiglio sulla nutrizione, seguendo le indicazioni del Dott. Lombardi, nutrizionista del nostro Poliambulatorio. L’obiettivo è porre l’accento sulla valenza del cibo quale nutrimento per il corpo e per lo spirito, oltre che gratificazione e ristoro.

Verde: Avocado

Un alimento prezioso per i suoi grassi benefici, i micronutrienti e gli antiossidanti, a protezione del nostro cuore e della nostra circolazione sanguigna, ma anche degli altri organi del nostro corpo. Si presta a tante soluzioni; ottimo è sicuramente come entrée (antipasto), con una buona salsa tradizionale a piacimento, allo yogurt e gamberetti o salmone affumicato.

Arancione: zucca

La zucca è così versatile e può essere scelta per il salato o il dolce e dall’antipasto al dessert. Quindi fatevi guidare dal vostro estro e sperimentate una ricetta che già conoscete o che potete acquisire dal web. La zucca è poco calorica e ricca di numerosi nutrienti che integrano e rinforzano; quindi abbondate pure senza alcun pensiero!

Bianco: Baccalà

Ottima carne del merluzzo, il tradizionale baccalà. Mi raccomando di sciacquare a lungo e a ripetizione il prodotto per tempo in modo da allontanare il tanto sale usato per la conservazione: sappiamo ormai bene che nella nostra dieta il sale viene consumato mediamente in eccesso. Un pasto di feste con una porzione di pesce ci permette di stare leggeri, assumere gli omega-3, sfiammanti, sempre troppo poveri nell’attuale dieta.

Corteccia autunnale: Frutta secca

La frutta secca non può certo mancare; multiforme, multicolore, multiuso, multi-benefica. Variando la tipologia si è sicuri di assumere con equilibrio i micronutrienti essenziali e un mix di acidi grassi benefici. Utilizzateli a piacimento nelle vostre preparazioni preferite o di accompagnamento alle altre pietanze per arricchire di gusto e freschezza i vostri piatti. L’unica accortezza è accertarsi che tra gli ospiti non ci siano persone allergiche.

Giallo-arancione: Caco

E, ultimo, col suo gioioso colore giallo/arancione, un frutto non molto utilizzato, ma ottimo: il caco. Come dessert vi potrà sorprendere: al naturale o come mousse o altro composto di un buon dolce natalizio; vi potrà donare preziose vitamine (in particolare betacaroteni e vit. C) e tante fibre alimentari.

Ricordiamo poi dopo le feste di far tesoro dei nuovi prodotti e delle nuove esperienze culinarie, introducendole nelle nostre abitudini quotidiane. Buone feste a tutti!